Volontariato d’impresa

Volontariato d'impresa

Il Volontariato d’Impresa è un’attività tipica della Responsabilità Sociale d’Impresa che concilia due stakeholder dell'azienda: la comunità di riferimento e le risorse umane. Si realizza attraverso iniziative in cui l’impresa incoraggia, supporta o organizza la partecipazione attiva e concreta del proprio personale alla vita della comunità locale o a sostegno di organizzazioni non profit durante l’orario di lavoro.

I programmi di Volontariato d’Impresa sono sviluppati e realizzati in collaborazione e a favore delle organizzazioni non profit dei territori di Piacenza, Parma e Reggio Emilia per far conoscere l’attività dell’associazionismo locale con l’obiettivo promuovere l’agire volontario e di incrementare la partecipazione, la coesione e la cittadinanza attiva.

Il Volontariato d’Impresa può realizzarsi secondo diverse modalità, fra le quali è prevista l’organizzazione, a carico dell’azienda, della Settimana/Giorno del Volontariato Aziendale. L’azienda, oltre a mettere in campo, le proprie risorse economiche, le capacità progettuali e le competenze del personale, contribuisce alla creazione di una rete di relazioni interne virtuose.

I BENEFICI PER L'AZIENDA

  • motivazione, sviluppo e fidelizzazione del personale
  • valorizzazione delle soft skills (competenze trasversali)
  • minor conflittualità e migliori relazioni industriali intese come i rapporti tra istituzioni, imprese, sindacati e lavoratori
  • consenso e visibilità presso la comunità locale
  • sviluppo di reti sul territorio in cui si opera
  • differenziazione rispetto ai concorrenti e innovazione
  • valorizzazione di reputazione e fiducia e miglioramento delle relazioni con gli stakeholder.

Partecipare ai progetti socialmente utili offre l’opportunità a tutti i dipendenti di assumere ruoli di responsabilità, consentendo loro di testare le proprie capacità di leadership e di lavoro di squadra e soprattutto di curare la comunicazione e l’ascolto. Tutto ciò contribuisce alla crescita del “valore” dell’Impresa.

I BENEFICI PER IL DIPENDENTE

  • soddisfazione e motivazione che derivano dal fare qualcosa di utile
  • sviluppo di nuove competenze e in particolare delle soft skills ed utilizzo delle esistenti
  • sollecitazione per il pensiero innovativo e l’apprendimento reale verso l’esterno
  • consapevolezza più piena della comunità nel suo complesso nei futuri quadri dirigenti.
Community Team Building

Community Team Building®

Il Team Building è diffuso come strumento di formazione e motivazione e propone attività dirette a favorire la comunicazione, costruire o rinforzare il lavoro di squadra, facilitare le relazioni nel gruppo, stimolare la creatività e stabilire un clima di fiducia e di collaborazione tra i componenti di un gruppo, in particolare tra i dipendenti di un'azienda.

La nostra identità di Centro Servizi al Volontariato, la nostra esperienza nel volontariato e nella cittadinanza attiva e consapevole e nella costruzione di reti fra soggetti sociali differenti per la realizzazione di progetti volti al benessere di una comunità, sono gli elementi alla base della formulazione delle nostre proposte di team building.

Il Community Team Building® di CSV Emilia è un'esperienza formativa capace di unire agli scopi tradizionali del team building uno scopo sociale e solidale che aggiunge valore all'intera esperienza e attiva molteplici ricadute.
Il team building con CSV Emilia diventa quindi socialmente utile e responsabile perchè le attività sono svolte in collaborazione con enti del Terzo Settore che operano all’interno della comunità. Attraverso i programmi di Community Team Building® si attivano conoscenza, approfondimenti e si dedica tempo ad una tematica di utilità sociale chiamando in causa i comportamenti pro sociali dell’individuo.

Con il termine comportamenti pro sociali s’intende qualsiasi comportamento volontario, diretto a portare beneficio ad altre persone. Si tratta di una fondamentale modalità di interazione sociale, spesso sottovalutata, confusa o sovrapposta con l'altruismo o la generosità, in cui entrano in gioco condizionamenti sociali, convinzioni morali, abilità ed emozioni. Il Community Team Building® di CSV Emilia propone percorsi che agiscono sull’empatia, l'autostima, l'apprendimento, la relazione e il lavoro di squadra con l’obiettivo di raggiungere una maggiore consapevolezza e di sperimentare gli effetti benefici sia a livello personale che all’interno del gruppo.
Welfare Aziendale

Welfare aziendale

Negli ultimi anni, con l’introduzione di sgravi fiscali a favore delle aziende che adottano piani di welfare aziendale, il tema del welfare ha assunto un’importanza crescente all’interno di tutte le imprese. Costruire e rendere disponibile un piano di welfare oltre a garantire i vantaggi fiscali previsti dalla normativa, è fondamentale per valorizzare l'investimento dell'azienda in termini di effettivo benessere del dipendente, della comunità e raggiungimento di risultati economici e produttivi previsti. CSV Emilia supporta l'azienda nella definizione dei bisogni di welfare attraverso strumenti di engagement (survey, focus group, incontri tematici), nell'individuazione dei fornitori partner e nell'implementazione del servizio.

Orientamento al volontariato in-house

Lo Sportello di Orientamento al Volontariato è un servizio di informazione e orientamento interno all'azienda rivolto ai collaboratori che, da soli o in gruppo o insieme ai propri famigliari, desiderano iniziare un’esperienza di volontariato all’interno di un’organizzazione dei territori di Piacenza, Parma o Reggio Emilia.
CSV Emilia mette a disposizione un consulente per effettuare colloqui individuali durante i quali vengono ascoltate le richieste e messe in relazione con aspettative, precedenti esperienze, competenze, desideri rispetto ad ambiti specifici del volontariato. Poi, una volta individuato l’ambito associativo nel quale la persona – individualmente, in gruppo - potrebbe svolgere la propria attività di volontariato, vengono presentate diverse associazioni coerenti con le informazioni raccolte. Una volta individuate le associazioni di maggior interesse, vengono consegnati i recapiti dei referenti delle associazioni per fissare un appuntamento conoscitivo. Se richiesto è possibile prevedere l’accompagnamento al primo appuntamento con l'organizzazione.


Campi estivi di volontariato per i figli dei dipendenti

I Campi di Volontariato sono esperienze di volontariato residenziali o semi-residenziali rivolte a ragazzi e ragazze di età compresa tra i 16 e 18 anni della durata di una settimana realizzate presso enti del terzo settore dei territori di Piacenza, Parma e Reggio Emilia. I gruppi sono misti e composti da studenti provenienti da scuole superiori diverse.

Si tratta di un'esperienza ricreativa e formativa, analoga a quella di un centro estivo, con il plus di sperimentare forme di socialità e condivisione del proprio tempo diverse dal solito che permetteno di esprimere la propria "cittadinanza attiva" in modo estremamente concreto, "sporcandosi le mani" nel lavoro pratico, raggiungendo risultati immediatamente tangibili; l’esperienza riserverà anche spazi di riflessione e rielaborazione. Il campo vedrà la presenza costante di uno o più adulti coordinatori responsabili. I campi hanno mediamente la durata di 1 settimana con pernottamento ) si svolgono da giugno a settembre di ogni anno e prevedono un numero di iscritti che varia tra le 6 e le 16 persone in base alle attività proposte.

L'azienda può decidere di proporre all'interno del proprio pacchetto welfare, l'iscrizione di uno o più figli dei propri dipendenti, assumendo il carico della quota di partecipazione. Offrendo questa possibilità l'azienda, oltre ad andare incontro alle esigenze delle famiglie nella gestione dei figli durante il periodo delle vacanze scolastiche, sostiene il non profit locale e promuove un'offerta di welfare aziendale al alto valore sociale.
 

Incontri formativi/informativi su tematiche
di rilevanza sociale

L’azienda, nell’ambito dei propri progetti di welfare, può offrire la possibilità a tutti i dipendenti di partecipare, durante l’orario di lavoro, ad un momento formativo/informativo su temi di rilevanza sociale: violenza di genere, prevenzione sanitaria, bilancio famigliare, diritti umani, tutela dell'ambiente, lotta allo spreco, salute, anziani, disabilità, sport adattato. Finalità e contenuto degli incontri sono condivise e definite in base alle necessità e agli obiettivi dell'azienda e sono coordinate da CSV Emilia con gli enti del terzo settore attivi sul territorio impegnati sulle tematiche individuate.
Payroll Giving

Payroll Giving

La solidarietà cresce e si allarga a canali di sostegno diversi dalle tradizionali erogazioni liberali. È il caso della formula del Payroll Giving, uno strumento sempre più utilizzato anche dalle aziende italiane e che permette al lavoratore dipendente di donare in beneficenza anche solo un’ora di lavoro e tramite una trattenuta in busta paga.

Il “payroll giving” consiste nella donazione facoltativa e libera di una o più ore dello stipendio mensile di un dipendente che avviene attraverso la trattenuta della somma dalla busta paga.
Si tratta di una pratica molto diffusa nel mondo anglosassone che sta prendendo piede anche in Italia. Il payroll giving crea una vera e propria sinergia tra l’azienda, il lavoratore e l'organizzazione non profit beneficiaria che porta vantaggi a tutti:

  • l’azienda ha costi di gestione minimi, un ottimo ritorno di immagine (interna ed esterna) e adotta un’iniziativa di Responsabilità Sociale d’Impresa
  • il lavoratore sostiene una causa sociale e può godere dei benefici fiscali derivanti dalla donazione
  • l’organizzazione non profit beneficiaria può contare su contributi che complessivamente diventano rilevando e, di conseguenza, pianificare al meglio le sue attività.
Un'ulteriore evoluzione dello strumento è il “match giving” nel quale l'azienda mette in atto la buona pratica, opzionale e da attivare contestualmente, di donare un importo proporzionale, pari o doppio a quello raccolto presso i propri dipendenti. In questo modo l’azienda ha la possibilità non solo di impegnarsi in prima persona nel sostegno alla causa sociale e di moltiplicare l’impatto delle donazioni effettuate dai propri dipendenti, con evidenti ritorni in termini di immagine e di Responsabilità Sociale d’Impresa, ma anche di usufruire dei benefici fiscali previsti dalla normativa.
Stakeholder Engagement

Stakeholder Engagement

In risposta all’accresciuto ruolo dell’impresa nella società, sempre più membri o rappresentanti dei diversi gruppi sociali reclamano il diritto ad essere informati, consultati e coinvolti nei processi decisionali aziendali.

In conseguenza di ciò, molte imprese sono giunte a considerare il coinvolgimento degli stakeholder su tematiche sociali e ambientali come un aspetto importante nella gestione delle loro attività. Per un’azienda sostenibile e responsabile il confronto con il territorio di riferimento è infatti un aspetto centrale e strategico: lo stakeholder engagement, strumento di ascolto, dialogo e coinvolgimento con il quale l’impresa si confronta con i propri interlocutori in una logica di rispettiva collaborazione e responsabilità, assume quindi una fondamentale importanza.

Lo stakeholder engagement è il processo utilizzato da un'organizzazione per coinvolgere le parti interessate con uno scopo ben definito e per raggiungere un risultato comune e permette ad un'organizzazione di individuare e comprendere preoccupazioni e aspettative in merito alla sostenibilità, rispondendo delle proprie azioni e decisioni.

CSV Emilia supporta l'azienda nel coinvolgimento e ascolto della Comunità e del Territorio intesi come enti, istituzioni e associazionismo.